Mamadigital training day, una giornata di formazione

lavagna

Parliamo di formazione, di quella interna che vede coinvolto tutto il Team dell’agenzia. Durante l’anno siamo soliti fermarci un momento per fare il punto sulle attività che portiamo avanti ogni giorno, dedicandoci al confronto e all’approfondimento di tematiche e tecniche di lavoro che abbracciano aspetti diversi del Digital marketing.

Oggi nel nostro blog vogliamo parlare proprio di questo e di quanto emerso nel corso della giornata di ieri, dedicata ai Mamadigital training. Ci siamo confrontati su quattro temi, tra loro connessi e trasversali, che toccano diverse branche del Digital.

Che il Brainstorming sia con noi

Come primo tema abbiamo scelto di focalizzarci sul brainstorming, attività che consideriamo centrale nella definizione delle strategie di Universal Optimization®, e che deve essere portata avanti nelle giuste modalità per poter dare i risultati attesi.

Dopo aver illustrato cinque diverse tecniche di brainstorming universalmente riconosciute, ci siamo messi alla prova in un divertente esempio pratico di flusso delle idee nel quale sono stati coinvolti diversi membri del Team, scelti sulla base di caratteristiche personali utili ai fini del progetto. Ecco quindi scendere in campo l’organizzatore, l’entusiasta, il creativo, l’emotivo e l’avvocato del diavolo, coordinati e diretti da un mediatore simbolo del pensiero analitico. Le diverse personalità sono state enfatizzate da sei cappelli di diverso colore poggiate sul capo di ogni membro del gruppo.

brainstorming

La presentazione, curata da Pietro e Giulia, Content specialist di Mamadigital, ha enfatizzato i seguenti concetti:

  1. In una sessione di brainstorming è bene lasciar spazio a quante più idee possano esser prodotte, senza arginare la creatività altrui ma al contrario aiutandola ad emergere.
  2. Il numero dei partecipanti è cruciale: più si è, meglio è, e soprattutto è bene coinvolgere membri del Team estranei al progetto per il quale si sta lavorando alla ricerca di idee. Saranno proprio loro a stimolare la nascita delle idee migliori.
  3. Il ruolo del mediatore è centrale e come tale deve essere scelta una persona che conosca bene la tecnica, così da avere una guida affidabile che contenga il flusso di creatività della sessione entro limiti ben definiti.

 

Social advertising: guida pratica alle pianificazioni su Facebook

Laura e Fernanda, SEM specialist dell’agenzia hanno parlato di social advertising su Facebook, avvalendosi del supporto di una presentazione incentrata sulla spiegazione delle funzionalità del Business Manager. La scelta dell’argomento non è stata casuale. I social network hanno invaso letteralmente la vita di ognuno di noi e l’interesse intorno al funzionamento dello strumento di pianificazione adv è ampiamente diffuso tra i nostri Digital specialist.

Dopo una dettagliata introduzione circa la definizione degli obiettivi di campagna e dei target da raggiungere mediante i criteri di targeting offerti dalla piattaforma, le nostre advertiser hanno dato ampio spazio ai punti salienti del setup di una campagna e al conseguente monitoraggio dell’andamento della stessa. Un’attenzione particolare è stata dedicata al Power Editor, strumento che consente di apportare modifiche in corso, e ai KPI da prendere in considerazione in fase di monitoraggio e reportistica.

Facebook Ads

Tecniche di Storytelling: il valore del Brand risiede nella storia che racconta

Argomento al centro di diverse discussioni lanciate in Rete dagli esperti di marketing, lo storytelling invade la nostra vita di comunicatori digitali. Abbiamo scelto di approfondire questa tematica proprio nell’ottica di enfatizzare quella che consideriamo una tecnica di narrazione particolarmente efficace al fine di raggiungere gli obiettivi del Brand online. Il valore delle storie risiede nella loro capacità di appassionare, emozionare e coinvolgere le audience al punto tale da stimolare in loro un’azione nei confronti del Brand o del contenuto narrato.

Ecco quindi che il nostro Team Social & Pr, nello specifico Eleonora ed Ilenia, hanno scelto di focalizzarsi sui tratti distintivi di una storia di successo, presentando le diverse declinazioni (video storytelling; content marketing e visual storytelling) e l’importanza del ruolo dei Social network e delle Digital Pr nel processo di diffusione dei contenuti tra le audience online.

Spazio poi ad esempi pratici di successo e a due case history in house, perché oltre alla teoria ciò che ci interessa davvero è la sua applicazione pratica.

Storytelling

Search e Social: i segnali social influenzano veramente i motori di ricerca?

Abbiamo concluso la prima giornata di training con un intervento curato dal Team SEO dell’agenzia e volto a rispondere alla domanda: i segnali social influenzano veramente i motori di ricerca?

Social Signals

Dopo aver dettagliatamente spiegato quali sono le differenze tra la Search e il Social i nostri SEO specialist, Eduardo e Giuseppe, hanno parlato dell’interazione tra i canali e illustrato i criteri di valutazione dell’autorevolezza di un sito web a partire dai social signals. Sebbene non sia possibile determinare in modo analitico in quale misura i segnali Social influenzano i motori di ricerca, è chiaro che nell’ottica di ottimizzazione universale del Brand in Rete il loro valore è unanimemente riconosciuto.

Social signal

Concludiamo questa prima giornata di formazione dandovi appuntamento a gennaio con un’altra interessante sessione!

 


Vuoi saperne di più sui nostri servizi?



i nostri clienti



Alcune testimonianze


“I traguardi raggiunti insieme a Mamadigital ci rendono soddisfatti sia per gli importanti riscontri in termini di aumento delle richieste di adozioni a distanza, sia per la grande sintonia sviluppata con il Team dell’agenzia, aspetto tutt’altro che secondario nell’ottica dei risultati”

Francesca Monteduro
Marketing & Fundraising officer di ActionAid Italia