Gli italiani prenotano online: come aumentare il traffico di un sito di viaggi?

Come aumentare le prenotazioni online

Secondo le ultime statistiche due italiani su tre prenotano le vacanze di Natale online. Ma non si tratta di un trend momentaneo. Al contrario l’inversione di tendenza è iniziata quando Internet e la sua rivoluzione mobile sono entrati a far parte della quotidianità dei consumatori.

Il web è lo strumento più utilizzato nella fase di consultazione pre- viaggio, per orientarsi tra mete diverse, ricercare informazioni specifiche su attività in linea con i propri interessi, per formarsi delle opinioni anche attraverso le recensioni di altri viaggiatori, per comparare i prezzi tra diversi tour operator e vettori di viaggio.

La presenza online di un brand del settore travel diventa dunque la principale vetrina attraverso cui intercettare i viaggiatori, che siano essi vacanzieri estivi o businessman in cerca di voli e viaggi d’affari.

Ma quali sono le strategie di comunicazione online che i principali operatori dovrebbero attuare per assicurarsi una presenza costante sul web e un aumento delle prenotazioni sul proprio sito? La risposta non è univoca, perché obbliga a considerare una molteplicità di azioni che interessano la comunicazione nel suo complesso. Ecco qualche consiglio per intercettare il maggior numero di viaggiatori e farli atterrare sul  proprio sito web:

  • Market analysis: la prima cosa da fare è dare uno sguardo ai competitor del settore, soprattutto quello di maggior successo e individuare quali sono le differenze, quali i punti di forza ma anche e soprattutto quelli di debolezza, al fine di coprire quelle esigenze che restano ancora insoddisfatte.
  • Usabilità. Gli utenti hanno sempre meno tempo da dedicare allo svago, si stancano in fretta di cercare, hanno bisogno di trovare ciò che cercano con velocità. Un percorso di conversione troppo lungo, caratterizzato da troppi passaggi e click, rischia di allontanare gli utenti dalla prenotazione di un volo o di un hotel. Un’analisi in termini di layout e di Conversion Rate Optimization sono gli aspetti da cui partire per rendere il sito più appetibile e più facilmente navigabile, oltre all’ottimizzazione del percorso e di tutti quegli aspetti che conducono all’acquisto di un biglietto. Ovviamente, nemmeno a dirlo, il sito dovrà essere mobile friendly, da quando gli utenti hanno fatto dello smartphone il loro migliore amico.
  • Attrattività. È risaputo: nel travel ciò che conta è l’emozione, il sogno. Parlare di un paradiso tropicale senza immagini a supporto è come parlare ad un sordo. Le gallery sono elemento imprescindibile all’interno di qualsiasi sito web che si occupi di viaggi e mete turistiche.
  • Informare, consigliare, suggerire. Una strategia di content marketing è un buon punto di partenza in questo senso. Come già sottolineato, prima di prenotare un viaggio, gli utenti si informano, cercano consigli utili, attività specifiche che li interessino e che hanno intenzione di praticare una volta in vacanza. Un magazine sul tema, organizzato e strutturato, con contenuti di valore per il target di riferimento, capace di abbracciare sia lo svago che le informazioni utili al tempo stesso, anche attraverso apposite “guide di viaggio”, permette di rispondere alle query di ricerca più diffuse sui Search Engine e quindi di catturare un ampio bacino di utenti interessati alla prenotazione. A questo, aggiungete una strategia di branded content, e l’amplificazione sarà massima. Tuttavia, poiché la competitività nel settore è molto alta, è utile non dimenticare che esistono “nicchie” di utenti scoperte, con interessi specifici o esigenze che altri travel brand non hanno ancora soddisfatto. A quelle nicchie è bene rivolgersi, se non altro per differenziarsi e acquisire una caratterizzazione tematica.
  • E se gli utenti avessero delle domande? A chi potrebbero rivolgersi in alternativa ad un call center? Facile, ai social! I social network sono oggi un canale di comunicazione online potentissimo, a cui è bene non rinunciare. L’attività di CRM e gestione delle criticità dell’utenza sono spesso un’arma a doppio taglio. Se si sceglie la strada dei social è bene sapere che i reclami, le domande, le problematiche, ma anche gli apprezzamenti dell’utenza andranno gestiti in tempo reale da risorse dedicate. I social hanno il vantaggio di essere immediati, di coinvolgere e di appassionare. Immagini, video, aggiornamenti e news saranno le chiavi di volta per il successo su questi canali.
  • Le regole della condivisione. Condividere per comunicare. Oggi la regola è questa, soprattutto nell’era dei social network. Prevedere una strategia di digital pr accanto a quella di social media permette non solo di amplificare la presenza online e nelle community, ma anche di farsi portavoce di un messaggio che gli influencer della rete contribuiranno a diffondere, aumentando affidabilità e credibilità del travel brand.

Tutte insieme queste azioni consentono di rafforzare la propria presenza online, di intercettare un bacino di utenza ampio ma soprattutto interessato. Bastono pochi semplici accorgimenti per rendere ottimale una strategia di comunicazione che ancora non lo è e veder aumentare le prenotazioni online sul proprio portale di viaggi. Distinguersi e primeggiare in un mercato in cui l’offerta è satura non è certo semplice, lo sappiamo, ma con le giuste strategie e una buona dose di creatività ed innovazione si può arrivare dove altri non sono ancora arrivati, conquistando quel posto al sole ancora libero nel panorama del settore travel.

Il Natale è alle porte: regalate al vostro sito i risultati tanto attesi!


Vuoi saperne di più sui nostri servizi?



i nostri clienti



Alcune testimonianze


“Uno staff tecnico attento e disponibile, capace di proporre soluzioni innovative. Questi gli aspetti da evidenziare nella collaborazione con Mamadigital, oltre alla straordinaria capacità di anticipare i tempi e di definire strategie creative ed efficaci.”

Yigit Evren Aktekin
Ecommerce Manager, Terranova