Second screen: passato o futuro?

Second screen

Ormai si sente parlare già da qualche anno di second screen grazie allo sviluppo esponenziale che sta sperimentando la navigazione mobile. Se il primo schermo per eccellenza è sempre stato rappresentato dalla tv, il secondo è senza dubbio costituito dai device mobili quali smartphone e tablet, che vengono costantemente utilizzati per fruire contenuti in ogni momento della giornata.

Un trend in continua evoluzione è infatti quello che vede gli utenti trasformarsi in fruitori di contenuti su doppio schermo: mentre sono intenti a guardare un programma o uno spot in tv, sono al tempo stesso impegnati attraverso lo smartphone o il tablet ad approfondire, conoscere ed interagire grazie ai motori di ricerca, ai canali social e alle app. Del resto nell’era della Social tv non poteva essere altrimenti. E di fronte a queste nuovi abitudini dell’utenza, il web non poteva che adeguarsi.

Per il mondo digitale quella del second screen ha rappresentato e continua a rappresentare infatti un’opportunità tutta da sfruttare. Le aziende presenti sul mercato online possono far leva su queste nuove abitudini digitali puntando su campagne di advertising che siano strettamente correlate agli interessi degli utenti e veicolate negli orari in cui il programma o lo spot viene trasmesso in tv. L’obiettivo è quello di realizzare una stretta correlazione tra il mondo televisivo e quello di Internet al fine di fornire un’informazione e un coinvolgimento dell’utenza a 360 gradi. Ad esempio, sviluppare una campagna adwords sovrapposta ad un product placement televisivo che si basa su keyword che ruotano intorno ai temi di una trasmissione tv, permette di realizzare quella doppia esposizione che ha una duplice valenza. Da un lato gli utenti interessati al prodotto saranno coinvolti in un’attività di remarketing, dall’altro quelli non direttamente interessati potranno apprezzare o conoscere il brand che rafforzerà dunque la sua awareness.

Lo scenario mediatico è in continua evoluzione così come quello digitale. Con l’ulteriore sviluppo della tv on demand nuovi sistemi di tracciamento potranno essere definiti per profilare con maggiore efficacia l’utenza di riferimento, aprendo la strada a nuove opportunità di comunicazione cross device e second screen: dal one-to-many della Tv, al one-to-one dell’advertising online.


Vuoi saperne di più sui nostri servizi?



i nostri clienti



Alcune testimonianze


“I traguardi raggiunti insieme a Mamadigital ci rendono soddisfatti sia per gli importanti riscontri in termini di aumento delle richieste di adozioni a distanza, sia per la grande sintonia sviluppata con il Team dell’agenzia, aspetto tutt’altro che secondario nell’ottica dei risultati”

Francesca Monteduro
Marketing & Fundraising officer di ActionAid Italia