Dati Audiweb: breve confronto tra i risultati del 2012 e il 2011

Audiweb sforna gli ultimi dati (dicembre 2012) sullo stato e la diffusione dell’online nel nostro paese. Secondo la ricerca, condotta insieme a Doxa, nel 2012 il 79% degli italiani tra gli 11 e i 74 anni ha dichiarato di accedere a internet, ossia ben 38,4 milioni di individui. Un numero che cresce di anno in anno. Nel medesimo periodo del 2011, infatti, sempre secondo Audiweb, erano 35,8 milioni gli italiani online ossia il 74,5% della popolazione, con un incremento a sua volta del 6,9% rispetto al 2010. E’ proprio vero: siamo un popoli di navigatori!

La domanda, però, sorge spontanea, vista la crescita e la diffusione a macchia d’olio del mobile in Italia. Da dove si collegano questi numerosi italiani? La maggior parte, ossia 35,8 milioni, da casa tramite PC; 10,9 milioni, praticamente la metà degli occupati, invece accede a internet dall’ufficio. Pur tuttavia, il 34,8% degli intervistati ha dichiarato di possedere un cellulare con accesso a internet (quasi 17 milioni di persone) mentre il 5,6% (2,7 milioni) un tablet.

Un anno fa erano 33,8 mln gli italiani che accedevano da casa (il 70,3%) e 9 mln (il 40,3%) gli occupati che navigavano dall’ufficio. Ma a colpire è la crescita esponenziale del mobile: nel 2011 erano 9,7 mln gli individui che accedevano via cellulare (il 20,2%) e 949mila quelli via tablet.

Audiweb-2012

Se poi passiamo dal “come” al “chi”, come sottolinea Audiweb l’accesso alla rete è largamente diffuso su tutto il territorio nazionale e a tutti i livelli socio-demografici. Ne risultano coinvolti, in particolar modo, la metà degli individui tra gli 11 e i 34 anni nonché il 100% dei dirigenti, quadri, docenti e studenti universitari. Sono numeri altissimi e, comunque, molto simili a quelli del 2011.

A crescere, invece, è il mobile. Nello specifico, si passa dal 49,9% dei dirigenti, quadri e docenti universitari del 2011 al 56,5% del 2012, dal 41% degli studenti universitari al 60,9%, dal 40% degli imprenditori e professionisti al 61,1%, dal 35,9% degli studenti delle scuole medie e superiori e dal 36,2% dei laureati al 54,5% e al 53,4%. Per non parlare dei tablet: dei 2,7 milioni di individui, ossia il 5,6% della popolazione, ha dichiarato di accedervi il 19% dei dirigenti, quadri e docenti, il 12,6% degli imprenditori e liberi professionisti e del 12% dei laureati.

 

Audiweb-2011

Due parole sul “cosa”. Degli individui che accedono a internet da mobile, nel 2012 il 60,4% ha dichiarato di farlo per navigare in generale (erano il 53,2% nel 2011), il 36% per inviare o ricevere email (29,9% l’anno precedente) e il 33,9% per accedere ai social network (26,7% nel 2011). È bene sottolineare anche che nel 2012 sono 4,8 milioni quelli che hanno dichiarato di aver scaricato almeno un’applicazione, soprattutto giochi (57,3%), meteo (48,1%), app per accedere e chattare sui social network (45%), mappe o info sul traffico (41,2%) e per scattare foto o immagini (39,2%).

L’audience: 13,8 mln la media di utenti attivi al giorno (+8,4% rispetto al 2011) che hanno speso online 1 ora e 23 minuti per consultare 145 pagine.


Vuoi saperne di più sui nostri servizi?



i nostri clienti



Alcune testimonianze


“I traguardi raggiunti insieme a Mamadigital ci rendono soddisfatti sia per gli importanti riscontri in termini di aumento delle richieste di adozioni a distanza, sia per la grande sintonia sviluppata con il Team dell’agenzia, aspetto tutt’altro che secondario nell’ottica dei risultati”

Francesca Monteduro
Marketing & Fundraising officer di ActionAid Italia