Social Video Optimization e Video Search Optimization: perché ormai sono la stessa cosa

Non è una novità che i video rappresentino un efficace strumento di marketing, ma in un mondo in continua evoluzione come quello del web, le possibilità e le difficoltà di visibilità cambiano e aumentano quasi di pari passo, e il semplice termine Video diventa oggi contenitore di potenzialità spesso sottostimate.

Due su tutte, Social Video Optimization e Video Search Optimization, un tempo probabilmente meno legate di quanto non lo siano diventate oggi.
Della prima, blending delle tecnologia video con la Social Media Optimization, si è giustamente esaltato nel recente passato l’aspetto principe della viralità, della capacità di veicolare un messaggio (e un brand) grazie al piacere della condivisione da parte dei fruitori, che da ricettori passivi si trasformano in attori attivi di una strategia di marketing basata su leve social.

Della seconda, l’ottimizzazione dei video (e di ciò che li contiene) per favorirne il posizionamento nei risultati di ricerca motori, si è colto il potenziale fin dal lancio nel 2007 di Universal Search. Aumento di exposure, grazie all’evidente rilievo che un video acquisisce tra meno attraenti risultati testuali, ma non solo: in ottica di saturazione della SERP relativa al proprio marchio, per esempio, un video può essere un’arma efficacissima per restituire alle query degli utenti un risultato aggiuntivo oltre a quello del sito istituzionale, che se accompagnato dai profili social aziendali significa facilmente il presidio delle ricerche legate al brand. In due parole Universal Optimization.
Questo fino a qualche mese fa, in estrema sintesi, era uno scenario non dicotomico ma segnato da poche interazioni.

Ma le cose cambiano di continuo su Internet e su Google in particolare, e da quando la Social Search, e Google+, sono diventati realtà, il confine tra social e ranking è diventato molto sfumato, se non inesistente.
Social Video Optimization e Video Search Optimization oggi sono intimamente connesse: un video ottimizzato, presente nei risultati dei motori, ha più possibilità di essere condiviso; un video condiviso, vista la crescente importanza delle metriche social nel ranking, ha più possibilità di essere posizionato. S’intuisce quindi facilmente come si possa creare un circolo virtuoso che per essere innescato ha bisogno di due soli requisiti: un contenuto di valore e la consapevolezza dell’importanza di ottimizzarlo.


Vuoi saperne di più sui nostri servizi?



i nostri clienti



Alcune testimonianze


“Uno staff tecnico attento e disponibile, capace di proporre soluzioni innovative. Questi gli aspetti da evidenziare nella collaborazione con Mamadigital, oltre alla straordinaria capacità di anticipare i tempi e di definire strategie creative ed efficaci.”

Yigit Evren Aktekin
Ecommerce Manager, Terranova