Cosa cerchi oggi? Lo spot Tv di Google

Perché Google decide di investire su uno spot in Italia quando qui già detiene il 91% delle ricerche on-line? E Perché BigG ha deciso di utilizzare la tv piuttosto che i media di cui dispone?

La risposta è semplice, perché è un’eccellente strategia di comunicazione, l’unico modo per continuare a crescere e rimanere leader. Il commercial “Cosa cerchi oggi” di Google che sta andando in onda questi giorni sulle emittenti nazionali, è qualcosa di più che una semplice pubblicità istituzionale, è una vera e propria strategia di sviluppo del mercato. Qualsiasi azienda che vuole aumentare i profitti, sia che venda prodotti o servizi, si trova di fronte a due strategie di marketing possibili, Strategie Concorrenziali o Strategie di Sviluppo, le prime hanno l’obiettivo di aumentare la propria quota di mercato a discapito dei concorrenti, le seconde hanno invece l’obiettivo di allargare il mercato attraverso un aumento della domanda, creando nuovi consumatori o cambiando le abitudini di quelli attuali (ad esempio stimolando una maggiore frequenza d’uso). Il 9% detenuto dai concorrenti è sicuramente poco ghiotto, meglio rivolgersi allora a quel 55% di famiglie italiane che ancora non ha un accesso internet, ed in particolar modo a chi si sta avvicinando proprio in questo momento al mondo multimediale, ovvero chi ha più di quaranta anni ed in particolare agli over 65 che negli ultimi 4 anni hanno fatto registrare un più 80%.

A questo punto scelti Obbiettivi e Target bisognava decidere la Strategia Mezzi e la Strategia Creativa per far conoscere il prodotto e metterne in evidenza le funzioni che poteva svolgere e quali esigenze poteva soddisfare. Visto che con i mezzi posseduti Google non poteva raggiungere il proprio target group, bisognava affidarsi a qualche altro mezzo. Dove passano più tempo le persone di mezza età e oltre? Nel salotto di casa propria, davanti alla Tv, e commercial Tv sia. Ovviamente anche la scelta del commercial è risultato essere una scelta azzeccata. Bisognava comunicare le potenzialità di un motore di ricerca come Google a chi di internet e motori di ricerca ha avuto fino ad ora poco a che fare, convincendoli che è anche alla loro portata, ovvero facile da utilizzare.

Allora analizziamo punto per punto al pubblicità.

Consumer Benefit e Unique Selling Proposition – Perché utilizzare Google?
Perché Google può rispondere a tutte le tue domande, qualsiasi cosa tu cerchi e di cui hai bisogno Google la trova. Ecco il significato delle query in sequenza, ma soprattutto è facilissimo da usare, la parte in cui l’utente sbaglia a digitare fa capire che si può sempre rimediare, ed anche quando non ce ne accorgiamo sarà Google a guadarci con “Forse cercavi …

Reason Why – Chi me lo assicura?
Perché te lo dimostra, ad ogni query corrisponde una pagina dei risultati, evidenziando i termini di ricerca con il mouse.

Tone of voice – Linguaggio della comunicazione:
Google ci racconta tutto questo attraverso una storia, “Neo papà”, dal ritmo lento e con una colonna sonora distensiva, l’ideale per il target group ed utilizzando come riferimento quello della nascita di un bambino che fa in modo che il messaggio non venga rifiutato. L’immagine dei bambini all’interno degli spot oltre a canalizzare l’attenzione dell’utente, fa in modo che i significati di bontà, purezza e genuinità di solito attribuiti ai bambini si traslano ai contenuti pubblicitari, facendo in modo che questi vengano più facilmente accettati.

Non c’è che dire, grande mossa di BigG.


Vuoi saperne di più sui nostri servizi?



i nostri clienti



Alcune testimonianze


“Quella con Mamadigital è una collaborazione che dura da anni, che abbiamo sempre scelto di rinnovare con entusiasmo. La competenza, l’esperienza e la capacità di ascolto del Team di professionisti sono, oltre ai risultati, gli aspetti piacevoli di questa esperienza.”

Elena Quintarollo
Ecommerce Manager, Jeckerson